22 aprile 2012

Sal marzo… casetta

Partito, finalmente anche sal Marzo.

Con piacere e divertimento ho “affrontato” la sfida casa. Boh, mi piace scherzare, spero la cara Katia apprezzi, soprattutto perché fatto con cuore.

Tovaglietta patchwork o pannellino, a piacere, quiltato a mano.

Ciao alla prossima.

Federica Dede

IMG_5151

Sal marzo per Katia 2012

Sal marzo casetta  2012

sal marzo..casetta 2012

8 aprile 2012

Lanzarote…l’isola del vento

E già, se ci ripenso è il primo ricordo che trapassa la mia mente, il vento. A Lanzarote è costante, poche volte s’arresta, a volte brezza a volte raffica, fresco in questo periodo però sempre piacevole. La mia ultima vacanza é stata un tripudio di bellezze, tra paesaggi lunari formati dalle varie colate vulcaniche del passato (Lanzarote ha avuto le ultime eruzioni nel 1700) e giardini di Cactus meravigliosi, tantissime specie raggruppate insieme a formare un insieme spinoso variegato, molto attraente per chi ama questo tipo di piante. E ancora il mare sempre mosso, impetuoso contro gli scogli e coste frastagliate o momentaneamente assopito fra le baiette calme e desolate con le belle spiagge del Papagayo e Isla Mujeres.

Cosa dire delle caverne formate dalle colate laviche, all’interno delle quali non vive alcun essere animale né vegetale, solo queste gallerie  e cunicoli profondi, visitabili con guide autorizzate, dove la  perfetta acustica ha permesso la creazione di un auditorium per concerti (Jameos del Agua e Cueva de Los Verdes)..

La gente é ospitale e gentile, solare e bendisposta,  eppoi s’incontrano nazionalità le più disparate tra i quali molti turisti nordici, gli unici che riescono a già a tuffarsi nelle acque ancora troppo fredde per noi dell’Atlantico.

E’ sorprendente vedere come gli abitanti di Lanzarote si siano ingegnati a strappare dalla roccia lavica terreno su cui coltivare, soprattutto la vite, che spunta da queste conchette di pietra nera disposte  a semicerchio, una accanto all’altra. E’ una zona che si estende per qualche kilometro e si chiama la Geria, con lo sfondo le montagne del vulcano Timanfaya, simbolo dell’isola, fortunatamente, sonnacchioso.

Insomma è tutto una bellezza, secondo me ognuno può trovare la propria dimensione in un posto come questo, e divertirsi o meditare, far shopping o running lungo le infinite passeggiate lungo il mare, ascoltando la musica infinta della natura.

Arrivederci e presto.

 

 

Magic Island Lanzarote 2012

Follow by Email

Lettori fissi