16 febbraio 2012

Le frittelle della Annemi… ovvero Le Fritoe de la venexiana…

Allora prima volta in vita mia, lo giuro, mai fatte frittelle prima d’ora, sai quando si ha il preconcetto… no non ce la farò mai, ma vedrai che odore il fritto, ma qui ma là… Ed invece oggi, sarà che volevo festeggiare Giovedì Grasso con il mio maritino  bloccato a casa da giorni per l’influenza, o proprio la voglia di “sgabbiarmi” da questo timore, mi sono cimentata. La ricetta è la classica delle Fritoe alla venexiana, da me reinterpretata con l’ausilio della Annemi:
  • 300 gr di farina
  • 2 uova intere
  • 1 bicchierino di grappa
  • uvetta pinoli
  • 1 bustina di lievito
  • olio per friggere (io ho usato quello di soia)
  • un pò di latte
  • pizzico di sale
Preparare l’impasto e lasciar riposare, solo il tempo di far scaldare l’olio (il lievito istantaneo permette la cottura senza previa lievitazione); l’olio non deve essere caldissimo altrimenti la frittella si cuoce subito fuori e resta cruda all’interno.  Versare a piccole cucchiaiate l’impasto fino ad esaurimento e, una volta raffreddate, cospargere le fritoe con zucchero a velo.
A proposito.. la Annemi è  la mia mamma.
Sorriso
204
215
212
208
206205
204201200
199
Posta un commento

Follow by Email

Lettori fissi