18 febbraio 2008

BURANO E I SUOI COLORI - BURANELI O BUSOLAI DI BURANO


Questa è un'immagine di Burano, una delle più grandi ed abitate isole attorno a Venezia, immersa nella Laguna. La sua caratteristica è il colore di tono molto acceso che ogni casa ha, diversa l'una dall'altra; dice la leggenda che fossero i pescatori a decidere di dipingerle con colori così vivaci per poterle riconoscere in mezzo alle nebbie, una volta di ritorno dalle lunghe battute di pesca. 
La città è famosa nel mondo anche per la lavorazione dei merletti a tombolo, e vi si può visitare un museo dedicato. Vale la pena spendere una giornata in questa affascinanate isola sia con una splendida giornata di sole che in un giorno nebbioso: i colori vengono esaltati in maniera diversa e sembra veramente di stare fuori dal mondo ...... via stress via frenesia della vita moderna (come diceva il nostro Calindri...).



Tra le altre cose, non meno importanti, a Burano si mangia molto bene e se avete l'occasione di fermarmi oltre la visita vale la pena assaggiare alucni dei pitti tipici della cucina veneziana: "moeche" e "mazanete" (granchietti), polenta e seppie in nero, "granceola", risotto di pesce e quant'altro. Da non tralasciare l'assaggio del dolce tipico dell'isola, il "Buranelo" di cui vi lascio la ricetta:
Buraneli o Busolai di Burano


500 gr di farina 00
500 gr di zucchero
10 tuorli d'uovo
1 albume d'uovo
50 g di zucchero
1 fiala d'essenza di anice
sale
Impastate in una terrina la farina, lo zucchero, i 10 tuorli, l'albume già montato a neve e un pizzico di sale. Aggiungete l'essenza d'anice e continuate a lavorare la pasta per circa 15 minuti. Trasformatela in filoncini dello spessore di un dito mignolo e della lunghezza di circa 8-10 cm. date loro la forma che più vi aggrada ( a ciambellina a "esse" ecc.)e informate a circa 150 gradi, per 15 minuti. A fine cottura i bussolai devono risultare di un bel colore dorato. 
Vi consigliamo di assaggiarlo per il so eccezionale equilibrio tra sapore. leggerezza e proprietà energetiche.








Posta un commento

Follow by Email

Lettori fissi